Windows 11 in arrivo nei prossimi mesi: tutti i dettagli sull’aggiornamento

5 Luglio 2021

Microsoft si prepara ad una nuova, enorme rivoluzione: è questa la certezza dopo l’evento tenuto a fine giugno, nel quale il colosso americano ha dato l’annuncio ufficiale di un importante aggiornamento del suo celebre sistema operativo. Windows 10 diventerà quindi presto Windows 11. Un passaggio che avrà luogo a partire dal termine del 2022, le prime indiscrezioni lo vedono datato tra i mesi di ottobre e novembre.

“Windows 11 uscirà entro la fine del 2021 e verrà consegnato nell’arco di diversi mesi. L’implementazione dell’aggiornamento ai dispositivi Windows 10 già in uso inizierà nel 2022, durante la prima metà dell’anno.” questo l’annuncio ufficiale da parte della casa madre, che dimostra come il progetto sia già in fase ampiamente avanzata.

Non una trasformazione imminente, ma comunque abbastanza vicina da meritare un focus dettagliato su questa scelta e su tutti gli aspetti implicati. Per prima cosa, Microsoft ha annunciato che si tratterà di un aggiornamento completamente gratuito, ovviamente per tutti coloro che sono già utenti Windows.

È fondamentale precisare che Microsoft ha posto dei paletti precisi, in questo senso: la possibilità di effettuare l’aggiornamento gratuito a Windows 11 è stata allargata anche agli utenti Windows 8.1 e 7, tuttavia è necessario essere in possesso di un dispositivo che garantisca un livello di potenza minimo. Nello specifico, dovrà essere supportato da un processore dal AMD Ryzen 3 3250C in poi oppure uno Intel dall’ottava generazione in poi; in ogni caso, dotato di almeno 4 GB di memoria RAM, 64 GB di archiviazione e TPM 2.0.

Andiamo a vedere quali saranno le principali novità portate da Windows 11: la principale differenza a livello estetico sarà rappresentata dal nuovo menu Start translucido, che sarà posizionato centralmente nella barra delle applicazioni. Al suo interno, tra le altre icone, sarà presente anche il collegamento diretto a Microsoft Teams. Sarà anche più semplice lavorare su più finestre contemporaneamente, grazie alla possibilità di creare desktop separati e di agganciare, molto più semplicemente, le app una accanto all’altra.

Altra novità epocale è quella che vedrà sbarcare, per la prima volta nella storia, le app Android sul Microsoft Store: verrà infatti sfruttato l’archivio dell’Amazon Appstore. Ed a proposito di Microsoft Store, anche qui è in programma un cambio di veste: interfaccia modificata, di modo da essere più gradevole e fruibile. Infine, Windows 11 inaugurerà un nuovo feed personalizzato, basato sull’intelligenza artificiale e in grado di garantire un accesso semplificato ai contenuti on e offline.

Da segnalare è anche la possibilità che Microsoft ha dato agli utenti particolarmente interessati a tutte queste novità: quella di testare Windows 11 prima del rilascio, facendo parte del programma Windows Insider. Tuttavia, lo sviluppo del sistema operativo è ancora in corso e dunque non tutte le funzionalità potrebbero essere pronte o performanti come in futuro.

Mediability è fiera di restare a fianco di un colosso come Microsoft, continuando a fornire i servizi di comunicazione: newsletter, banner, asset per i social, landing page e grafiche stampate per i punti vendita.